Più di 600 persone hanno partecipato ieri sera, ai Bagni Tahiti di Sanremo,  all’incontro organizzato dalla coalizione del centro destra unito (100 per 100 Sanremo, Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia), in cui il candidato sindaco Sergio Tommasini, ha accolto, in un vero e proprio bagno di folla il Governatore Toti e gli assessori regionali Viale, Cavo, Scajola e Berrino, in un clima di grande entusiasmo.
L’occasione è stata quella della firma del “Contratto di coalizione”, siglato anche dal Governatore Toti quale “notaio politico” di questo importante momento. 
Con questo documento, firmato da Alessandro Mager per 100percento Sanremo, Marco Medlin per la Lega, Gianni Rolando per Forza Italia e Michele Gandolfi per Fratelli d’Italia, si è suggellata l’unione di intenti per un rilancio di Sanremo da parte delle forze di centro destra. 
“Io credo che a Sanremo – ha detto il Governatore Giovanni Toti – si sia fatto quel percorso di virtù e capacità di sintesi che è stato il successo del centro destra in Liguria nel 2015. Sergio Tommasini – ha proseguito Toti – è il tessuto connettivo in questa alleanza tra civici e partiti: è stata scelta la persona migliore e la sfida non sarà quella di vincere ma di accontentare i bisogni di questa città per i cinque anni successivi”.  
Alle parole di Toti hanno fatto eco quelle di Tommasini: “La firma di stasera (ieri ndr) non è un atto simbolico ma una presa di posizione di tutta la coalizione, di una squadra unita e coesa, che ha lavorato su un programma concreto firmandone i contenuti. Sanremo – ha continuato Tommasini – va ripulita, resa più sicura, rilanciata e noi democraticamente abbiamo espresso un dissenso: l’amministrazione attuale ha fallito il suo mandato e noi con grande entusiasmo vogliamo rilanciare la città che amiamo. Porteremo a Sanremo l’ascolto, la meritocrazia, la competenza, quello che non abbiamo visto negli ultimi 5 anni.”