“Apprendo con sconcerto della decisione del Prefetto di Savona, Antonio Cananà, di deviare il percorso storico della tradizionale fiaccolata che si terrà questa sera per celebrare la Liberazione dal nazifascismo. Motivo della deviazione? La presenza della sede di CasaPound in via San Lorenzo e i conseguenti possibili rischi per l’ordine pubblico. Chiedo: Abbiamo forse perso la testa? Per non irritare un’organizzazione neofascista, di cui è discutibile il diritto stesso ad avere una sede pubblica, viene deviata la manifestazione ufficiale con cui si ricorda l’evento cruciale per la nascita della nostra Repubblica democratica?Unisco forte la mia voce indignata a quella delle associazioni organizzatrici nel chiedere un ripensamento di questa iniziativa inaudita e un’inversione di tendenza rispetto a molteplici recenti decisioni che contrastano con la storia nobile di questa città, Medaglia d’oro alla Resistenza”.

Brando Benifei, Europarlamentare ligure e candidato alle Elezioni Europee del prossimo 26 maggio