All’ospedale Borea di Sanremo in autunno arriverà una nuova Tac, molto più veloce e ad elevata risoluzione, in grado di effettuare esami di alta qualità anche in pazienti affetti da patologie dell’apparato cardiovascolare. La dose di radiazioni sarà molto bassa, essendo ridotta di circa la metà. L’apparecchio, a 128 strati (il doppio dello standard attuale) sostituirà quello esistente nel reparto di Radiologia. Il costo è di mezzo milione di euro, come scrive Paolo Isaia su “Il Secolo XIX”.