Ennesima soddisfazione inanellata per la giornalista Silva Bos che, con la sua videopresentazione del libro “Tutto il bello che c’è oltre il tg” di cui è brillante coautrice, da ormai una settimana sta girando senza sosta tutto il Bel Paese (e da oggi è visibile anche qui: https://www.facebook.com/watch/?v=410372616411828). A farle da volano è stato l’interessamento e la richiesta di contatto ricevuta da VoxLibri, la rubrica televisiva nazionale, condotta da Antonio Orlando, trasmessa, con un ricchissimo palinsesto, su 30 emittenti televisive italiane (compresa Sky, Tv Molise, ma anche Tele Sardegna, Tele Umbria, e molte altre) toccando 18 regioni e raggiungendo oltre 1.800.000 di telespettatori sul digitale terrestre che, sommati alle visualizzazioni on demand, arrivano e superano abbondantemente i 2.200.000 milioni.
Nel volume dell’amica e collega Silvia Vaccarezza, su Rai 2 conduttrice della rubrica “Tutto il bello che c’è” a cui il libro si ispira, Silva Bos firma la storia di “Zia Caterina (Caterina Bellandi) e il suo taxi fatato”, il racconto di una Mary Poppins dei giorni nostri che ha trasformato la propria dolorosa esperienza in gioia e meraviglia per gli altri attraverso il dono di sé, quello che oltrepassa il tempo diventando amore immortale tanto potente da sconfiggere anche la morte; di come dalla forza della resilienza può nascere una luce nuova con cui attribuire l’autentico senso alla nostra esistenza. Solo così, insieme, saremo infinito. Questo libro è social e molto atteso dai telespettatori del programma RAI perché contiene le loro storie raccolte nel contest “Una cosa bella” sostenuto da Radio DJ e da RAI2.
Un libro che è respiro positivo, inno alla vita, quello che si contrappone e smentisce la convinzione che le buone notizie non sono notizie “perché il mondo buono esiste, ed è tanto più grande di quello che si immagina. E questo nostro tempo mai più di oggi ne ha bisogno” sorride Silva Bos che, per la sua coraggiosa e sensibile indole professionale, negli anni si è fatta conoscere al grande pubblico che oggi la definisce Giornalista di Informazione Positiva e che recentemente l’ha anche vista trionfare al Premio Nazionale Gentilezza 2018 indetto dal Movimento Italiano per la Gentilezza.