I giudici della Corte dei Conti della Liguria, nell’inchiesta sulle “Spese pazze” in Regione, hanno condannato il senatore della Lega Francesco Bruzzone a risarcire oltre 33 mila euro. Le rendicontazioni contestate a Bruzzone sono quelle del 2008, quando Bruzzone era consigliere regionale dell’allora Lega Nord. La Procura contestava spese giudicate non inerenti all’attività istituzionale: acquisto o noleggio di attrezzature, spese di trasporto, rimborsi per convegni o seminari.