Nel 2015 ad Imperia la casa in via Nazionale 243 era stata dichiarata inagibile ma nonostante ciò Maria Pugni, la proprietaria, ha ricevuto la bolletta da ben 1.200 euro (per l’Imu) ed una multa per rifiuti accumulati dopo lo sgombero di occupanti abusivi (600 euro). Il ricorso presentato all’Agenzia delle entrate non ha avuto esito positivo. La casa era stata occupata da alcuni abusivi e le condizioni di estremo degrado avevano spinto Comune ed Asl all’intervento per motivi igienici. Il blitz si è pero ritorto contro la proprietaria, come scrive Maurizio Vezzaro su “La Stampa”.