Quattro persone sono indagate per rapporti sessuali con una baby squillo di 17 anni di Diano Marina. La Procura distrettuale di Genova contesta l’induzione alla prostituzione minorile ed atti sessuali con minori. I fatti avvenuti a Imperia e nel Dianese nella primavera 2014 coinvolgono P. G., 66 anni, A.L., 39 anni, F. D., 72 anni, tutti di Imperia, e G. L., 71 anni, di Diano Marina. Chiedevano alla ragazza, con chiamate e sms, prestazioni sessuali a casa o in auto, pagando 20/50 euro in contanti o con ricariche telefoniche, come scrive Giulio Gavino su “La Stampa”.