Giovedì 21 marzo il Comune di Sanremo organizza, in collaborazione con il Coordinamento Provinciale di Libera, un Luogo di Memoria in cui radunare tutte le scuole del Comprensorio e i molti studenti e volontari della Provincia di Imperia che vorranno partecipare alla XXIV Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, organizzata dalla rete di Libera e da Avviso Pubblico sotto l’Alta Tutela del Presidente della Repubblica e con il sostegno del MIUR.

E’ previsto un breve corteo che partirà alle 10 dalla pista ciclabile, all’altezza dell’hotel Marinella e raggiungerà Pian di Nave dove, alla presenza del Sindaco e dei rappresentanti delle istituzioni provinciali e del Comune, con inizio dalle 10.30 si alterneranno sul palco alcune rappresentanze degli studenti delle scuole del territorio provinciale e due cori delle scuole primarie che eseguiranno alcuni brani musicali.

Alle 11, in contemporanea con il resto d’Italia, saranno le autorità e quasi cento ragazzi in rappresentanza delle scuole, dei Consigli Comunali dei Ragazzi, dei presidi di Libera e delle Associazioni aderenti, che si alterneranno sul palco per dare lettura dell’elenco dei nomi delle Vittime Innocenti delle Mafie: un elenco troppo lungo, di quasi mille nomi e cognomi, per farli vivere ancora, per non farli morire mai. Per farli esistere nella loro dignità e rinnovare l’impegno per la legalità e la giustizia in loro nome. Per essere accanto alle loro famiglie delle quali oltre il settanta per cento non conosce la verità sulla morte dei propri cari. 

Programma della Manifestazione:

  • ore 10 partenza corteo sulla pista ciclabile, all’altezza del Morgana-Hotel Marinella
  • ore 10.15, raduno a Pian di Nave
  • ore 10.30, esecuzione di brani musicali o brevi letture da parte degli studenti
  • ore 11, lettura dei nomi delle vittime innocenti delle mafie
  • ore 12, conclusione

I partecipanti potranno raggiungere la sede dell’evento utilizzando la pista ciclabile da Ospedaletti e da Arma di Taggia portando con sé anche striscioni e cartelli. Ciò consentirà di non recare disagi alla circolazione e nel contempo coinvolgerà le scuole nell’organizzazione di una Passeggiata della Memoria.