Dopo la notizia shock del blocco da sei mesi del depuratore di Imperia, i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil si sono riuniti nel capoluogo per decidere le iniziative da intraprendere e non nascondono i timori. La notizia del blocco si unisce ai problemi degli altri impianti dell’imperiese e, a questo punto, a rischio c’è l’intera economia di un territorio, che rischia di affrontare la stagione estiva con decreti di non balneabilità del mare. Intanto Rivieracqua annuncia la possibile riapertura dell’impianto imperiese per la prossima settimana, come scrive Andrea Pomati su “La Stampa”.