Un 39enne tunisino è stato arrestato in flagranza di reato nella serata di sabato dai Carabinieri del Nucleo Operativo di Ventimiglia, impegnati in una importante operazione antidroga. L’uomo, già noto alle Forze dell’Ordine, a seguito di una perquisizione all’interno del proprio domicilio è stato trovato in possesso di quasi 400 grammi di eroina, suddivisi in 5 maxi ovuli, oltre a 3 grammi di hashish. L’eroina, una volta trattata e tagliata, sarebbe poi finita nel mercato del ponente imperiese consentendo allo straniero un ricavo di diverse migliaia di euro. I capillari servizi di controllo del territorio sia in uniforme che in abiti civili hanno però consentito di individuare il soggetto, che fermato a bordo del suo scooter non ha opposto resistenza ai militari; oltre allo stupefacente sono stati rinvenuti circa 1500 euro in contanti, ritenuti provento dell’illecita attività di spaccio e pertanto sottoposti a sequestro. Dopo l’arresto di altri 2 giovani tunisini a inizio settimana, nonché dopo gli altri diversi soggetti arrestati, denunciati in stato di libertà o segnalati amministrativamente alla Prefettura di Imperia da inizio anno ad oggi, si tratta di un ulteriore importante risultato conseguito dai Carabinieri di Ventimiglia nell’ambito delle attività sviluppate in contrasto al traffico illecito di sostanze stupefacenti, a riscontro dell’impegno profuso a salvaguardia e tutela dei più giovani, spesso destinatari di queste sostanze. In virtù dell’ingente quantitativo di stupefacente rinvenuto, l’uomo, che dovrà rispondere dell’accusa di detenzione e traffico di sostanze stupefacenti, è stato direttamente ristretto presso il carcere di Sanremo, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Imperia.