Ieri la Corte d’Appello di Genova ha condannato, con l’accusa di tentato omicidio, Daria Verrigni a 4 anni di carcere per avere cercato di uccidere il fidanzato con una coltellata al petto. La giovane di 25 anni, nella notte tra il 17 e il 18 novembre 2016, durante una lite, aggredì Edoardo Scrivani, 32 anni, nel loro alloggio in corso Genova a Ventimiglia, con un colpo di coltello che raggiunse il cuore dell’uomo. Lei aveva trascorso un mese in carcere, ottenendo poi i domiciliari in Abruzzo, come scrive Paolo Isaia su “Il Secolo XIX”.