Il Casinò di Sanremo, luogo di storia e bellezza architettonica, da oggi ha una ragione in più per essere visitato: la proposta enogastronomica “gourmand” dei suoi ristoranti, bistrot e delle caffetterie guidati dal gruppo Elior. Già gestore di locali e bar museali in prestigiosi luoghi d’arte, Elior è leader in Italia nella ristorazione collettiva con 2.400 ristoranti e oltre 2.000 chef, che curano anche la cucina a bordo dei Frecciarossa.

Il ristorante Biribissi, in particolare, oltre ad essere accessibile dall’interno del Casinò, ha ora anche un’entrata separata in Corso degli Inglesi, 18, adiacente all’ingresso di Porta Teatro, ed è aperto al pubblico dal venerdì alla domenica tutte le sere dalle ore 19 e anche a pranzo.

L’appuntamento per la presentazione sia della nuova partnership Casinò di Sanremo ed Elior cosi come delle novità gastronomiche del Casinò è fissato per domani sabato 16 marzo. Si inizia alle 10 del mattino, al “Roof Garden”, con un food market animato dai presidi slow food, per raccontare le eccellenze della Riviera.
Alle 12, la terrazza si trasformerà in un grande palco per ospitare lo showcooking a cura degli chef Elior, un’occasione per degustare gratuitamente i nuovi piatti gourmet realizzati con ingredienti locali.
Durante il 2019 il “Roof Garden”, il ristorante “sotto le stelle” del Casinò di Sanremo, ospiterà iniziative a tema aperte al pubblico e sarà disponibile come location per eventi privati.

La giornata di sabato 16 marzo si concluderà con il gala dinner a invito con Carlo Cracco. Lo chef stellato, che già da tempo ha legato il suo nome a quello di Elior, è il primo grande nome che farà la propria comparsa nelle cucine e nelle sale del Casinò di Sanremo.

L’evento di sabato 16 marzo è solo il primo di una serie di importanti appuntamenti per far conoscere i nuovi menu.

Il Gruppo Elior Italia
Leader in Italia nella Ristorazione Collettiva, serve nel nostro Paese oltre 108 milioni di clienti l’anno in più di 2.200 ristoranti e punti vendita attraverso 14.000 collaboratori.
Elior opera in molteplici settori quali le aziende, le scuole, il socio-sanitario, le forze armate, i musei, e la ristorazione a bordo delle Frecce di Trenitalia. Offre un servizio mirato per ogni cliente, prendendosi cura di ciascuno grazie a soluzioni di ristorazione equilibrate, con servizi personalizzati e innovativi che rendono i momenti di pausa un’opportunità per ristabilire il contatto con sé stessi e con gli altri.
La mission di Elior è rendere ogni pausa un momento da assaporare attraverso ingredienti freschi, di qualità, locali, per piatti bilanciati e sempre contemporanei.
La qualità è per Elior un impegno quotidiano reso concreto e tangibile non solo dalla scelta degli ingredienti del territorio e dall’attenzione offerta dal personale, ma anche dalle certificazioni che sono costantemente rinnovate e dall’adesione a protocolli di sostenibilità, come il Global Compact, il programma delle Nazioni Unite sulla Responsabilità Sociale d’Impresa. Sulla base di queste premesse è stata elaborata la strategia di Responsabilità Sociale d’Impresa di Elior, Positive Foodprint Plan™, attraverso la quale si vuole creare un circolo virtuoso nel mondo della ristorazione, dal campo coltivato alla tavola, lavorando in sinergia con fornitori, clienti, utenti finali e dipendenti. 

MENÙ DELLO SHOWCOOKING PER LA DEGUSTAZIONE GRATUITA DI DOMANI SABATO 16 MARZO 2019
Pane, carciofi, baccalà, olio Evo, olive taggiasche e vino Pigato. Questi gli ingredienti principali, tutti rigorosamente locali che compongono il menù dello showcooking di sabato 16 marzo alle 12, al Roof Garden del Casinò.
Gli chef di Elior in particolare prepareranno
Pane di Triora croccante con paté di baccalà ai carciofi sanremesi, aglio di Vessalico ed olio EVO di San Martino

Tortino di carciofi sanremesi su fonduta di toma di pecora brigasca, polvere di olive taggiasche e limoni di Sanremo.

Risotto ai carciofi con gamberi rossi di Sanremo, caviale di Pigato e olio al basilico ligure.

AL ROOF GARDEN, PRESIDI LIGURI SLOW FOOD E AZIENDE AGRICOLE LOCALI IN MOSTRA DALLE 10 ALLE 16. DA LUNEDI SARANNO I LORO PRODOTTI AD ANIMARE I PIATTI GOURMET DEL RISTORANTE BIRIBISSI
Sabato 16 marzo dalle 10 alle 16, al Roof Garden del Casinò, presidi liguri Slow Food e Aziende agricole locali sanno in mostra con il meglio dei loro prodotti. Tutti ingredienti che saranno usati dagli chef del Biribissi nei loro menù. Ad accompagnare le visite del pubblico ci saranno Luciano Barbieri, membro del comitato esecutivo di Slow Food Liguria, e Daniela Di Forti, fiduciaria Slow food della condotta “riviera dei fiori alpi marittime”.
I presidi Slow Food al Rooftopmarket sono:
-Presidio Aglio di Vessalico della cooperativa “A Resta”
-Presidio Pecora brigasca dell’azienda “I formaggi del boschetto”
-Presidio Olio extra vergine monocultivar taggiasca (un olio fruttato dolce, molto delicato) dell’Azienda Agricola San Martino Biologica e certificata.
Con loro saranno presenti anche
-“Il Fornaio pasta madre” di Silvano e Rovere con la “Sardenaira”, la focaccia condita tipica di Sanremo, prodotto DE.CO (denominazione comunale di origine), fatto secondo il disciplinare del comune di Sanremo
-Il Birrificio Nadir di Sanremo, birre di qualità con metodi artigianali

  • la frutta e i prodotti Non solo Zenzero, “Atelier dei sapori” situato nel cuore storico di Sanremo
  • l’Azienda Botti con i prodotti ittici come il salmone, lo spada e il tonno affumicato e le acciughe 
  • l’Ortofrutta di Marco Volpato, ditta fondata nel 1997 a Sanremo, coni prodotti a KMzoro come carciofi, limoni, cima di rapa e broccoletti.

IL RISTORANTE BIRIBISSI, APERTO ANCHE A PRANZO VENERDI, SABATO E DOMENICA, CON ANCHE INGRESSO INDIPENDENTE DAL CASINÒ
Il ristorante Biribissi, gestito dagli chef Elior Marco Serina e Luca Fassoni, sarà aperto tutto l’anno a cena e a pranzo, da venerdì alla domenica. L’accesso è garantito anche da un ingresso dedicato in corso degli inglesi 18 (porta Teatro) e non è quindi necessario passare per l’entrata del Casinò.
I menu sono realizzati con piatti classici rivisitati con l’utilizzo di prodotti locali, tipici della tradizione ligure, come il carciofo di Albenga, altrimenti denominato “la violetta di Albenga”, tenero e croccante dal sapore dolce, viene utilizzato nell’insalata di carciofi, così come abbinato ad un primo con calamari e gamberi.
Anche un piatto classico come il polpo e patate viene adagiato su una crema a base di ceci, prodotto anch’esso tradizionale del territorio (farinata).
Il basilico utilizzato é quello di PRA universalmente conosciuto e basilare per il tradizionale pesto.
Il salmone viene insaporito dal vino Pigato, vino bianco, secco della zona. Il collegamento alla tradizione continua con l’utilizzo del baccalà per preparare degli squisiti ravioli ripieni.
Il ristorante ha come panettiere un fornitore che come da tradizione utilizza il lievito madre e prepara, tra i vari prodotti, il classico pane di Triora.