A Imperia la raccolta differenziata procede fra proteste ed episodi di “cassonetto selvaggio”, con la spazzatura portata nei Comuni vicini o depositata sul ciglio della strada. In Consiglio comunale l’assessore Laura Gandolfo ha detto che le segnalazioni ricevute da Teknoservice sono state 2930 (di cui 445 via Whatsapp), di cui la metà legate a disservizi. A Dolcedo i cassonetti sono ingombri di spazzatura “esportata” da Imperia tanto che in alcune zone i contenitori sono stati nascosti, come scrive Enrico Ferrari su “La Stampa”.