Continua l’attività di contrasto ai reati di natura predatoria condotta dai Carabinieri della Compagnia di Sanremo. Già nelle scorse settimane le pattuglie, anche in abiti civili, si erano concentrate sia nel centro storico matuziano che nelle aree periferiche, recentemente visitate dai “topi d’appartamento” e negli ultimi giorni, l’attenzione è stata rivolta a tutto il territorio di competenza, nei centri costieri da Taggia a S.Lorenzo al Mare. In una circostanza, di notte, una pattuglia della Stazione di S.Stefano al Mare, nel perlustrare il territorio ha notato due individui aggirarsi nel giardino di un’abitazione privata con fare sospetto. Alla vista dei militari, i due hanno tentato la fuga venendo fermati dopo un breve inseguimento. Sul portone di ingresso dell’abitazione sono stati trovati i segni del tentativo di effrazione motivo per il quale i due uomini, albanesi, nati nel 1986 e nel 1993, con precedenti, sono stati denunciati per tentato furto aggravato. Pochi giorni dopo il GIP di Imperia ha emesso a carico dei due ladri un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, eseguita dai Carabinieri nella giornata di ieri. Sempre nel pomeriggio di ieri, i militari di Sanremo hanno arrestato un sanremese condannato alla pena definitiva di tre anni e otto mesi per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. L’uomo è stato portato in carcere a Sanremo.