Due autisti di un pullman della compagnia di trasporto Flixbus hanno denunciato di essere stati fermati dalla gendarmerie francese, “ammanettati, portati nelle guardine e imprigionati in una cella” per ore, con l’accusa di favoreggiamento della immigrazione clandestina per avere trasportato passeggeri non in regola con i visti di ingresso in Francia. I due autisti, in viaggio da Firenze a Barcellona, sono stati fermati intorno alle 23 di sabato pochi km dopo il confine di Ventimiglia per un controllo. “Se ci sono persone non in regola vengono fatte scendere ma uno dei gendarmi era nervosissimo e urlava contro tutti. Siamo rimasti fermi ore, c’era un bimbo di pochi anni spaventato. Siamo stati rilasciati il giorno dopo alle 15” raccontano a “La Repubblica”. “I nostri autisti non possono sostituirsi alle forze dell’ordine nell’effettuare i controlli di sicurezza” dice la Flixbus che segnalerà l’accaduto al ministero degli Esteri.