È stata eseguita ieri l’autopsia sul corpo di A.B., 30enne di Imperia il cui cadavere è stato recuperato la scorsa settimana nelle acque davanti alla spiaggia del Prino. Due le ipotesi della Polizia: la disgrazia e il suicidio. L’auto del 30enne era stata trovata al Prino. Non si esclude che A.B. possa essere sceso verso gli scogli, sia scivolato e caduto in acqua. La polizia ha ascoltato amici e familiari, tra cui la fidanzata, come scrive Maurizio Vezzaro su “La Stampa”.