A Diano Castello Domenico Gioffrè, 25 anni, è stato arrestato in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa in Calabria dal gip di Palmi. L’indagine che ha portato in carcere 7 persone accusate di rapina, falsificazione di monete, furto, ricettazione, danneggiamento e delitti in materie di armi e droga. L’uomo era dedito anche alla produzione di banconote e monete contraffatte, poi spese in negozi e locali pubblici. Gioffrè, che deve anche rispondere di spaccio di marijuana, è ora in carcere a Imperia, come scrive Paolo Isaia su “Il Secolo XIX”.