Sabato 23 Febbraio è andato in scena a Conegliano (Treviso) la prima prova del Gran Prix Italia riservata alla classe Senior. Altissimo il livello di questo appuntamento che ha visto a fine giornata dominare il medagliere il Centro Sportivo Carabinieri (arrivato in forze alla competizione) seguito dall’Akiyama di Settimo Torinese e dal Judo Club Profectus Samobor CRO, a conferma dell’alto livello della manifestazione.
Il Byakko Tai si è presentato alla manifestazione con due atleti accompagnati dal Tecnico federale Nicola Gianforte.
Nicholas Di Michele -90Kg nonostante la ancora poca esperienza sfodera un’ottima prestazione che però non gli permette di superare il forte atleta austriaco che gli preclude il proseguo della gara nei turni preliminari.
Lorenzo Iezzi -73Kg sale sul tatami con carattere e determinazione, nonostante sia ancora un atleta U21 non ha mostrato timori a competere tra i Seniores in una categoria che contava più di 100 avversari. Ottimo il suo primo incontro che lo vede perdere ai punti contro un forte atleta lombardo. Nonostante l’ottima prova gli vengono precluse le possibilità di recupero subendo una sconfitta ai quarti di finale.
Il giorno successivo è stato il turno delle classi agonistiche più giovani U18 ed U15. Il simposio matuziano si è presentato all’evento con 3 atleti U15.
Apre la giornata Jody Di Michele -46Kg, nonostante l’incontro condotto in vantaggio a 20 secondi dal termine si fa sorprendere dall’avversario che riesce a ribaltare la situazione. L’avversario lo porta fino ai quarti ma una sconfitta preclude i ripescaggi a Di Michele -52Kg conquista un bronzo con 4 incontri vinti ed una sconfitta di misura ai quarti di finale con una prestazione “di cuore” nella finalina per il bronzo.
Simone Galasso categoria -73 Kg si impone con personalità vincendo un Oro e dimostrando di essere maturato sotto tutti gli aspetti. Quattro incontri affrontati con maturità e consapevolezza dei propri mezzi.
“Sono contento nel complesso della trasferta, i ragazzi hanno dimostrato di non patire palcoscenici così importanti, e soprattutto soddisfatto perché anche negli incontri che abbiamo perso sono stati condotti senza timori, con una maturata preparazione e combattuti con autorevolezza contro avversari di elevata caratura” dichiara il tecnico Nicola Gianforte.
“I ragazzi conosco lo spirito di dedizione che contraddistingue la pratica delle Arti Marziali” dice il Maestro Benemerito Luigi De Maria, “il costante lavoro tecnico in palestra e la voglia di mettersi in gioco ogni weekend stanno forgiando degli ottimi atleti sotto tutti i punti di vista”.