Se la tabella di marcia dei 2007 Esordienti recita “tante vinte quante tante giocate”, non si sblocca la situazione per la squadra Under 13 Élite che nel weekend appena concluso, caratterizzato da ben quattro incontri in soli cinque giorni, vede due facili vittorie dei 2007 e purtroppo le ennesime sconfitte del Team 2006, composto da tanti atleti sotto età. La prima gara viene giocata venerdì pomeriggio in casa ad Ospedaletti. Come tutte le volte che si concede uno spostamento agli avversari, la sorte si accanisce e vede i padroni di casa presentarsi alla palla a due senza il “lungo” di casa. È invece presente e super motivata, la stella avversaria che inizia fin da subito ad imporre il suo gioco approfittando delle chiare difficoltà degli Orange. Nonostante tutte le difficoltà, i padroni di casa riescono a contenere il forte Team avversario nel primo quarto con un decoroso 15-20. Anche nella seconda frazione, gli ospedalettesi cercano in tutti i modi di opporre resistenza ma sarà un fuoco di paglia, perché il Vado scappa subito dal primo minuto del terzo quarto, dilatando subito il punteggio. Stanchezza ed ampie rotazioni sul finale di gara, aumentano il passivo per un 80 a 39 senza diritto di replica. Diversa la gara di domenica a Santa Margherita ligure. Avvio da incubo per gli Orange che si trovano al cospetto di un atleta fuori portata, vista l’altezza ed i mezzi fisici. Del 22 a 6 patito, praticamente sono tutti scritti a referto con il suo cognome che fa della pitturata un suo personale domicilio sia in fase di attacco che in quella difensiva, col benestare del duo di arbitri . Non è così fortunato il nostro capitano; la maglia numero 8 non viene nemmeno sudata ed  cinque falli arrivano rapidamente, lasciando spesso il beneficio del dubbio. Il BC Ospedaletti si sveglia comunque troppo tardi e nonostante un parziale finale di 13 a 0, abbandona il campo con la sua dodicesima sconfitta sul 42 a 43. Risultato da attribuire esclusivamente al proprio demerito, una giornata poco fortunata da un punto di vista della direzione, può capitare a tutti. Sabato prossimo, si giocherà in casa contro il Meeting di Genova, alla ricerca di quel risultato positivo che i ragazzi cercano dall’inizio della loro stagione, avara di risultati ma comunque positiva in termini di crescita sia individuale che collettiva, testimoniata dal loro impegno nell’affrontare allenamenti e lunghe trasferte contro avversari molto competitivi.