Una settimana densa di attività quella appena trascorsa, che ha visto impegnati le donne e gli uomini della Polizia di Stato non solo negli eventi connessi al Festival di Sanremo, ma anche nelle quotidiane attività di controllo del territorio. Otto le persone denunciate dalla Polizia.
Nello specifico due le denunce ai sensi dell’art 75 d.p.r. 309/90: un ragazzo imperiese del 1990 in quanto, nel suo appartamento, gli agenti hanno trovato modiche quantità di sostanza stupefacente che, per stessa ammissione del ragazzo, erano utilizzate per uso personale e un cittadino tunisino, trovato in possesso di 4 grammi di hashish che occultava all’interno di un sacchetto di colore nero che ha tentato di nascondere agli agenti all’atto del controllo.
Un altro ragazzo è stato denunciato per il furto di un motorino, identificato dagli agenti di polizia mentre era alla guida del veicolo rubato.
Un cittadino tunisino, classe 1986, sottoposto a controllo insieme ad altri soggetti, è risultato privo di documenti di identità e senza alcun titolo legittimante a rimanere sul nostro territorio; pertanto è stato denunciato per inosservanza sulla normativa degli stranieri e munito di ordine di espulsione del Questore di Imperia.
Un altro tunisino, classe 2000, è stato denunciato per possesso ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Lo straniero è stato controllato dagli agenti di polizia nei pressi del supermercato Carrefour. Occultati all’interno dei pantaloni, 4 dosi di hashish già separate e pronte alla vendita, oltre a 325 € in contanti dei quali non è riuscito a giustificare la provenienza e, quindi, presumibile provento dello spaccio, considerando che il giovane non svolge alcuna attività lavorativa. Gli agenti hanno proseguito l’attività di controllo perquisendo anche l’abitazione del ragazzo ove, in un solaio, venivano rinvenuti e sequestrati un cutter e un coltello da cucina con residui di sostanza stupefacente sulle lame oltre a un bilancino da precisione. Ancora, nascosto in una scatola, 2.500€ in banconote da vario taglio.
Non sono mancati i posti di controllo: 34 eseguiti la scorsa settimana, che hanno consentito di identificare 375 persone e controllare 156 veicoli.
All’atto di uno dei controlli, gli agenti hanno fermato una macchina con a bordo 4 cittadini stranieri, apparentemente tutti in possesso di regolare permesso di soggiorno. Tuttavia, da un controllo più approfondito, è emerso che uno di essi avesse fornito, ad ogni controllo di polizia, un alias differente, sin dal suo ingresso in Italia avvenuto nel luglio 2016. Solo sottoponendo a verifica il suo “vero nome”, si palesava il suo status di irregolare e, pertanto, il cittadino egiziano è stato denunciato per falsa attestazione a pubblico ufficiale e per la violazione sulla normativa degli stranieri, invitandolo in Questura per regolarizzare la sua posizione sul territorio nazionale.
Sul fronte delle misure di prevenzione, utili strumenti della Polizia di Stato per dare un segnale a soggetti che, benché non abbiano commesso reato, siano considerati socialmente pericolosi poiché, sulla base di elementi di fatto, abitualmente dediti a traffici delittuosi, oppure perché vivono abitualmente, anche in parte, con i proventi di attività delittuose, sono stati emessi 3 Fogli di Via Obbligatori, a carico di altrettanti soggetti con l’intimazione di non far rientro, pena denuncia penale, nel Comune di Imperia per 3 anni.