Il Questore di Imperia, dr. Cesare Capocasa è fermamente convinto della bontà e dell’utilità di una Polizia di Stato che parla direttamente agli studenti, nelle aule delle scuole di ogni ordine e grado.
Solo tre mesi fa il Capo della Polizia ha presentato in anteprima, a Lucca, il primo volume del fumetto “Il Commissario Mascherpa”.
Un modo davvero nuovo e diverso per far conoscere ai ragazzi la Polizia di Sato, avvicinandola così al loro mondo.
E’ stato scelto lo strumento della “graphic novel”, una storia disegnata e raccontata con il linguaggio dei giovani.
Ieri il referente della Polizia di Stato del Commissariato di Ventimiglia ha presentato il concorso abbinato al progetto agli studenti delle scuole medie Andrea Doria di Vallecrosia.
Ai partecipanti sono stati consegnati i disegni della prima parte della storia nella quale il Commissario Mascherpa, dirigente del Commissariato calabrese di Diamante, è coinvolto in un’indagine per omicidio che ha risvolti nell’attività criminale della ‘ndrangheta.
Il Commissario riceve una telefonata a tarda sera. Il cadavere di una donna è stato trovato sotterrato nelle campagne vicine al paese. Parte un’indagine complessa. Il medico legale e il pubblico ministero intervengono. Scattano le prime intercettazioni telefoniche….
Agli studenti ora il compito di ideare un plot, una trama e una sceneggiatura che proseguano la storia fino all’individuazione dell’omicida e dell’associazione mafiosa nel cui ambito è maturato l’assassinio.
E dovranno farlo disegnando una decine di tavole del fumetto o, in alternativa, creando un breve video cinematografico.
A marzo tutti lavori prodotti nelle scuole della provincia saranno valutati da una commissione mista di Funzionari di Polizia e docenti.
I vincitori provinciali parteciperanno alle selezioni nazionali e potranno vedere il frutto della loro creatività pubblicato sulla rivista ufficiale della Polizia di Stato “Polizia Moderna”.
I poliziotti hanno parlato a lungo con gli studenti illustrando come si svolgono le loro indagini, quali sono le difficoltà e gli strumenti investigativi per superarle.
Capacità, conoscenze tecniche e professionali, devono essere sempre abbinate a pazienza, lungimiranza, forza di volontà e spirito di sacrificio. Anche la fantasia, a volte, è un requisito importante per il successo finale.
Nuovi stimoli e nuovi strumenti comunicativi per infondere nei giovanissimi la consapevolezza che i diritti e i doveri sono due facce della stessa medaglia, formare cittadini consapevoli dell’importanza del senso civico, divulgare il valore del rispetto delle regole e delle Leggi, la base fondamentale di ogni libertà individuale.
Gli alunni hanno dimostrato interesse e attenzione e al termine sono stati anche elogiati dai poliziotti per il loro comportamento esemplare. Molti hanno proposto interventi e domande che hanno stimolato e reso più costruttivo il dialogo.
I ragazzi dovranno adesso mettere alla prova le loro abilità, sfruttare a fondo le loro conoscenze ed elaborarle con fantasia e originalità per superare le selezioni provinciali e concorrere a quelle nazionali.
Gli incontri proseguiranno nelle scuole di tutta la provincia di Imperia che hanno aderito al progetto.