La Confartigianato ha partecipato, questa mattina in Comune a Ventimiglia, alla firma del patto per il rilancio sociale, economico e produttivo della città di confine. Presente il Responsabile della Confartigianato per la zona di Ventimiglia Giulio Gajaudo, che ha sottoscritto il protocollo con il sindaco Enrico Ioculano.
Si tratta del risultato di un confronto tra l’Amministrazione, le associazioni di categoria ed i sindacati, concluso con la sigla di un documento contenente le misure, gli strumenti e le azioni volte al sostegno della competitività del sistema economico e produttivo locale.
“Abbiamo accolto favorevolmente la sottoscrizione di questo patto – ha commentato Giulio Gajaudo – Siamo infatti fiduciosi che dall’attuazione del protocollo potrà derivare uno sviluppo di Ventimiglia dal punto di vista sia economico sia sociale. Grande attenzione è giustamente riservata al lavoro e alla conseguente ricaduta occupazionale. Saranno poi importanti anche gli interventi sulla viabilità, con un alleggerimento del traffico e l’individuazione di nuovi parcheggi, che contribuiranno al miglioramento della qualità della vita”.
Gli ambiti di intervento che sono stati individuati e condivisi riguardano la riqualificazione urbana, il miglioramento della viabilità, la realizzazione di nuove infrastrutture, il recupero di aree dismesse attraverso una riconversione delle stesse in aree produttive ed il sostegno ad alcuni specifici settori produttivi.
Le occasioni di rilancio potranno derivare dal completamento del porto e dalla riqualificazione dell’area fronte mare a vocazione turistico-ricettiva; dalla riqualificazione urbana di alcune zone del centro attraverso la riconversione di immobili e la realizzazione di un numero adeguato di parcheggi; dal recupero e nella valorizzazione del centro storico (Ventimiglia alta); dalla riconversione delle aree dell’ex parco ferroviario con l’insediamento di attività produttive e logistiche; dalla realizzazione di nuove infrastrutture (collegamento Ventimiglia-Camporosso) e di un nuovo piano di viabilità che decongestioni il traffico nel centro cittadino; dalla valorizzazione dell’area ciclopedonale in collegamento con Camporosso e Bordighera; dal sostegno a nuove attività imprenditoriali e a nuovi investimenti.
Nel protocollo sottoscritto si ritiene anche necessario prevedere, nel rispetto delle normative vigenti e dei regolamenti comunali, iniziative utili a favorire l’utilizzo di manodopera locale nell’ambito degli affidamenti di lavori e di servizi da parte dell’amministrazione.