Avrei voluto dedicare il mio primo post dell’anno nuovo a qualcosa di bello, a qualcosa di positivo. Ma non posso far finta di non vedere quanto succede nella nostra Città di notte, ormai troppo spesso.

Prima un cestino, poi un altro, poi la Pineta, poi la porta della Stazione, fino ad arrivare addirittura ad uno dei cannoni del Marabutto: uno dei simboli della nostra Bordighera. Tutti vandalizzati.

Mi chiedo io, ma quale divertimento ci può mai trovare qualcuno a rompere le cose? A maggior ragione quelle che sono di tutti! È la futilità dei motivi ciò che mi colpisce di più. “Per divertimento”.

Perché posso capire quel ragazzo che magari senza volere si appoggia con il suo peso su un cestino e lo tira giù, ma quando ci si diverte a prendere a calci e pugni le cose di tutti allora non riesco a capire dove stia il “gioco”, quale sia la “forza”.

Non preoccupatevi: ho promesso più e più volte che faremo installare nuove telecamere a Bordighera, e sono sempre più convinto di aver preso una decisione giusta. Qualcuna è già operativa, come ad esempio al Porto, e altre ne arriveranno presto. Vorrei avere una bacchetta magica per risolvere tutti i problemi in un istante, ma, purtroppo, nessuno di noi ne ha una. Quello che però abbiamo è l’impegno e la forza di volontà, ed è proprio questa forza che ci sta spingendo ad andare avanti in tutti i progetti che stiamo affrontando sulla sicurezza, dalle strade alle telecamere. A poco a poco tutte le aree sensibili saranno controllate.

E a voi furbetti, che tanto vi divertite a distruggere le nostre cose, ridete e ridete finché potete. La solidarietà dei nostri cittadini è enorme: molti commercianti hanno già trasmesso a noi e alle Forze dell’Ordine i video delle loro telecamere private. Ci sarà sempre qualcuno che vi vedrà. E tutti sappiamo di poter contare sulla nostra polizia.

Presto tutte le zone sensibili saranno controllate: non sfuggirà più neanche uno di voi.