I Carabinieri di Ventimiglia, su input del comando provinciale di Imperia, nella serata di ieri hanno organizzato un servizio ad “alto impatto” finalizzato all’intensificazione del controllo del territorio per la prevenzione in particolare dei reati di tipo predatorio.
Sono 4 le persone cadute nel dispositivo messo in atto dai militari che in tutto il centro cittadino, fino alla tarda serata, hanno dispiegato equipaggi in uniforme e in abiti civili provenienti dai diversi reparti del comprensorio per l’esecuzione di posti di controllo e di attività ispettive nei confronti delle persone sottoposte a provvedimenti restrittivi della libertà personale e dei soggetti di interesse operativo.
Più di 100 le persone identificate, circa la metà invece i veicoli sottoposti all’alt dei Carabinieri e controllati.
Le attività hanno riguardato 3 giovani italiani che dovranno ora rispondere rispettivamente di guida senza patente con recidiva infrabiennale, invasione di edifici e possesso ingiustificato di una carabina ad aria compressa, rinvenuta nel bagagliaio di un veicolo controllato e sottoposto a perquisizione, nonché un 47enne tunisino che all’esito delle procedure di identificazione è risultato irregolare sul territorio nazionale.
Il servizio attento e minuzioso ha inoltre consentito il rinvenimento di 2 veicoli oggetto di furto tra novembre e dicembre 2018 rispettivamente a Ventimiglia e Bordighera, subito restituiti agli aventi diritto.
L’operazione rientra nell’ambito del dispositivo di intensificazione della proiezione esterna dei servizi voluta dal comando provinciale di Imperia in occasione delle festività natalizie per assicurare maggiore vicinanza dell’Arma ai cittadini attraverso attività di controllo più capillari e minuziose e un contrasto più efficace dei reati di maggior impatto sociale.