Domani, giovedì 3 gennaio, con inizio alle ore 16, la rassegna “Swing Corner of Christmas” ideata e diretta da Freddy Colt, il “Sultano dello Swing” giunge al suo quarto e penultimo concerto. Dopo il grande successo di Davide Laura con i Gipsy Trojka di Renzo Luise, che hanno portato al Palafiori la carica dello “Swing manouche”, il nuovo appuntamento è dedicato ad un altro stile della storia del jazz ovvero il dixieland che ci riporta nella New Orleans e nella Chicago anni ’20. A rievocare queste suggestive atmosfere sarà la band genovese dei “Dirty Styompers” formata da quattro talentuosi giovani musicisti: alla tromba Simone Dabusti (classe 1986), al clarinetto Giancarlo Canazza, al banjo Simone Cosso (classe 1994), Emanuele Valente (nato a Isernia nel 1989), tutti molto attivi sulla scena ligure in jam sessions, festival ed eventi.
Il concertino di giovedì è voluto dalla Direzione artistica espressamente per omaggiare la memoria di Giorgio Lombardi, giornalista, critico jazz e organizzatore di concerti, nonché direttore artistico del Museo del Jazz di Genova, recentemente scomparso.
La rassegna si concluderà sabato 5 in una diversa location: al teatro dell’opera del Casinò è infatti previsto il gran finale di questa settima edizione con lo spettacolo “I pionieri del Jazz italiano” proposto dall’orchestra “Swing Kids” diretta da Freddy Colt e composta dai giovani talenti liguri dello swing con la partecipazione dell’ospite Felice Reggio alla tromba.
Lo Swing Corner è organizzato dal Centro Studi Musicali “Stan Kenton” con l’indispensabile supporto dell’Assessorato alla Promozione Turistica del Comune di Sanremo e i prestigiosi patrocini della Fondazione “Lelio Luttazzi” di Roma e del Sultanato dello Swing.
Come gli scorsi anni, i concerti saranno trasmessi in differira dall’emittente web “Radio il Discobolo” il giorno successivo su www.ildiscobolo.net
Tutti i concerti dello Swing Corner sono ad ingresso libero, essendo offerti dal Comune di Sanremo alla cittadinanza e agli ospiti.