In provincia di Imperia quasi tutti i sindaci nelle località costiere più popolate, hanno emesso l’ordinanza di divieto per i botti di Capodanno. Tra i pochi a non aver recepito l’appello del Governo l’ex ministro e ora sindaco di Imperia, Claudio Scajola. La sua decisione ha sollevato proteste, anche dure, delle associazioni animaliste e dei tanti proprietari di cani e gatti. Scajola ha motivato l’assenza di provvedimenti restrittivi appellandosi al senso civico e di responsabilità degli imperiesi, come scrive Giorgio Bracco su “Il Secolo XIX”.