Non si arresta l’attività della Polizia di Frontiera che, nell’ambito del rafforzamento del sistema disposto dal Questore di Imperia, dr. Cesare Capocasa  e dal Direttore della 1a Zona di Torino, dr. Raffaele Cavallo, continua a collezionare azioni di rilievo, mettendo a segno risultati importanti, anche nella settimana appena trascorsa e in particolare nel corso di due servizi di controllo straordinario effettuati nelle date 14 e 20 c.m.

Nel dettaglio gli uomini del Dirigente Martino Santacroce, impegnati nei numerosi valichi di competenza – Autostrada A10, Ponti San Luigi e San Lodovico, Stazione Ferroviaria – hanno effettuato controlli straordinari in frontiera, suddivisi in 31 pattuglie composte da 74 uomini, con la cooperazione di unità della polizia francese. Questi i risultati:

1.045 persone controllate di cui 597 extracomunitari

189 veicoli ispezionati, di cui 15 autobus

1 espulsione

5 arresti, come di seguito specificato: 

Nei pressi della barriera autostradale:

– a bordo di un bus, in entrata sul territorio nazionale, veniva controllato un cittadino della Romania risultato colpito da ordine di esecuzione per la carcerazione per resistenza a P.U.;

 a bordo di bus, in entrata sul territorio nazionale, un connazionale, con precedenti per lesioni in Italia, arrestato a fini estradizionali verso il Cile per truffa;

 

all’interno della stazione ferroviaria: 

 a bordo di convoglio proveniente dalla Francia veniva controllato un cittadino afgano che faceva rientro in Italia, per ben due volte,  senza averne i requisiti;

 

a Ponte San Luigi: 

 un cittadino nigeriano estradato dalla Francia in quanto colpito da ordinanza di custodia cautelare per tentato omicidio.

 

 

Inoltre erano 12 i cittadini extracomunitari riammessi in  Francia, perché da lì provenienti, non in regola con la documentazione necessaria.