Il Tar, in relazione al regolamento per i musicisti di strada, ha respinto il ricorso presentato dalla federazione di settore (Fnas) e da 4 interessati a titolo personale. C’è dunque il divieto assoluto di uso di basi musicali amplificate per le esibizioni agli angoli di vie e piazze del centro. Per l’amministrazione un paletto necessario a tutela degli artisti veri e delle orecchie di abitanti e operatori commerciali, in particolare in via Matteotti e via Palazzo, da chi improvvisa concertini per raccogliere offerte, come scrive Gianni Micaletto su “La Stampa”.