Nella zona di Monte Caggio, tra Perinaldo e Seborga, 4 persone sono state sorprese dai Carabinieri Forestali a cacciare in un’area protetta. Per tutti è scattata la denuncia, con sequestro delle armi e sospensione dei permessi venatori. I quattro, di età tra i 30 ed i 50 anni, appartengono ad una squadra di cinghialisti del Ponente, tutti residenti nell’Imperiese.  I cacciatori, che hanno cercato di giustificarsi dicendo di essersi perduti e di aver “sconfinato”, sono stati accompagnati in caserma per gli accertamenti come scrive Giulio Gavino su “La Stampa”.