“Dopo averlo preannunciato nelle scorse settimane, a fronte del perdurare delle condizioni di incertezza sul loro futuro, abbiamo deciso di rivolgerci al Tribunale Amministrativo Regionale”.
Questa la dichiarazione di Michele Breccione, Presidente territoriale di Cna Imperia.
“I ricorsi sono due”, continua, “uno avanzato a tutela dei concessionari dei box, il secondo a tutela dei banchi giacché, seppur danneggiati dalle medesime delibere dell’amministrazione comunale, hanno situazioni differenti. Ciò che le attività, per il nostro tramite chiedono, è contenuto anche in un manifesto che chi ha aderito al ricorso ha esposto nella propria attività.”
“Si tratta” aggiunge Luciano Vazzano, Segretario territoriale di CNA Imperia, “di micro imprese, per lo più a gestione familiare, che dovranno sostenere troppi costi e sacrifici a fronte di un progetto di restyling che, per quanto voluto, non può pregiudicare la stessa sopravvivenza delle attività dalle quali questi traggono sostentamento per sé e per le proprie famiglie.
In uno scenario simile una associazione di rappresentanza degli imprenditori come CNA non può far altro che sostenere e farsi carico di tutelare le legittime richieste degli imprenditori in tutte le sedi possibili”.