Sequestrato, picchiato e rapinato, non si è mai presentato in aula per testimoniare contro il presunto responsabile, dicendo di avere paura. Il giudice “ordina” che venga portato in Tribunale, con una richiesta di rogatoria internazionale al Principato di Monaco. Il processo è a carico di Gabriele Miolo, 30enne di Bordighera, arrestato due anni fa con l’accusa di sequestro di persona, lesioni e rapina ai danni di un monegasco, suo coetaneo, che opera nel noleggio e nella compravendita di auto di lusso, come scrive Paolo Isaia su “Il Secolo XIX”.