La centralina che regola la trazione elettrica ha fermato al terzo giorno di lavoro dopo la messa in esercizio, uno dei tre bus sperimentali con batterie alimentate dall’idrogeno, messi in strada dopo una’attesa di circa 5 anni nei depositi della Riviera Trasporti. Il primo guasto si è verificato mercoledì in corso Orazio Raimondo, ieri se ne è verificato un altro a Taggia. I tre mezzi sono stati completamente aggiornati prima di essere messi in strada a un costo di 10 mila euro l’uno, come scrive Andrea Fassione su “Il Secolo XIX”.