Il procuratore di Arezzo Roberto Rossi ha chiesto una condanna a 7 anni per i due imputati, gli aretini Alessandro Albertoni e Luca Vanneschi, al processo per la morte di Martina Rossi, 20enne imperiese che il 3 agosto 2011 precipitò dal balcone della camera dei due giovani al sesto piano di un hotel a Palma di Maiorca.
Il pm ha puntato sui graffi sul collo di Albertoni e sul fatto che Martina non avesse gli short, deducendo che la giovane morì mentre cercava di fuggire da un tentativo di violenza dei due ragazzi.