Apre domani, sabato, all'”Hotel Nazionale” di Sanremo, la mostra di opere di Gioia Lolli. Una pittura materica, la sua, che sembra straripare dal quadro e quasi invita ad essere toccata. L’artista è nota, fra l’altro, per la riproduzione di cuori. Nelle sue opere fa anche uso di brillantini, perle e bigiotteria antica.
.
La mostra è titolata “Notte di note”, che è anche un nome di un vino prodotto dalla stessa Lolli, nato con una etichetta che riproduce un quadro da lei creato per San Valentino.
Le tele ricorrono al nero, che raffigura lo scuro della notte, e il rosso che rappresenta la passione e l’amore. E ci sono sfumature viola mentre un paio di quadri ricordano Parigi, con la Torre Eiffel. .
La casa di Gioia Lolli, dove viveva sul Lago Maggiore, era frequentata da molti artisti. Impossibile non subirne l’influenza. .
Gioia Lolli da una quindicina d’anni si è trasferita in Riviera e si dedica più agli altri artisti che a se stessa. E’ una mecenate che ha promosso, e sta promuovendo, tanti talenti locali. Ed è pure presidente dell’associazione I Colori della Gioia. Infine è inoltre molto impegnata nel veganesimo e nella protezione degli animali. .