Da un anno è in carcere con l’accusa di avere stuprato con un complice due nigeriane di 24 e 25 anni, che per il trasporto oltre frontiera avevano dato loro 100 euro. Muhammad Azarbuz, 24enne afgano, è stato rinviato a giudizio per violenza sessuale e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Il presunto complice, Musa Khan Sharai, 21enne afgano, è ricercato. Nella notte tra il 2 e 3 dicembre 2017 le due ragazze, fermate lungo i binari a Peglia, dissero alla Polizia di essere state violentate da due passeurs in una galleria, come scrive Paolo Isaia su “Il Secolo XIX”.