Dal primo pomeriggio di ieri, i Carabinieri della Sezione di Polizia Giudiziaria del Tribunale di Imperia hanno eseguito – con il concorso dei militari delle Stazioni di Imperia, Sanremo, Taggia e Vallecrosia – sei decreti di sequestro preventivo di altrettanti centri massaggi. Le strutture erano presenti nei comuni testè citati, con due punti attivi a Imperia e Sanremo.
Le indagini che hanno portato al sequestro preventivo – ed alla denuncia in stato di libertà di sei cinesi, identificati come gestori, per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione – sono state avviate nella primavera dello scorso anno dalla Stazione di Vallecrosia, i cui militari, nel corso dei servizi di controllo del territorio, avevano appreso che nell’esercizio sito in quel comune venivano offerti atti sessuali al termine del massaggio.
I diversi servizi di osservazione eseguiti prima dai Carabinieri della Stazione e, successivamente, dai militari della Sezione di Polizia Giudiziaria, nonché l’intervista di alcuni clienti e l’acquisizione di documenti relativi agli esercizi commerciali ed ai denunciati hanno permesso di acclarare come nei centri si esercitasse abitualmente e pressoché esclusivamente attività di prostituzione da parte delle lavoratrici, tutte giovani donne cinesi, soggette a frequente ricambio le quali, pur con una clientela non numerosa, erano presenti nei centri fino a tarda serata.
L’operazione, conclusasi nella tarda serata, ha portato al sequestro dei centri massaggi “YIA YIA” di Arma di Taggia, “YANG GUAN” e “CENTRO TRATTAMENTI ORIENTALI TUINA” di Sanremo, “YANG SHENG TANG” di Vallecrosia, “CENTRO BENESSERE TUINA” e “CHEN WENCAI CENTRO BENESSERE TUINA”, di Imperia.