La Polizia di Stato del Commissariato di Ventimiglia ha arrestato un migrante egiziano, di 19 anni, nella flagranza del reato di furto con strappo.
Un ventimigliese, nato nel 1955, che stava passeggiando in via Cavour intento in una conversazione telefonica, è stato raggiunto alle spalle dal 19enne in bici che, con un improvviso e inaspettato movimento, gli ha strappato di mano lo smartphone tentando poi di allontanarsi velocemente.
Ma non ha fatto i conti con la pronta reazione della vittima, che è riuscita a spingerlo e a farlo cadere dal veicolo rallentando notevolmente la sua fuga.
Mentre il ladro si è allontanato, un testimone dei fatti che aveva assistito allo scippo, ha chiamato il numero d’emergenza 112, aiutando intanto l’anziano.
In pochi attimi, un equipaggio della Polizia è giunto sul posto ed è riuscito a rintracciare il 19enne che aveva intanto proseguito la sua fuga verso piazza XX Settembre.
Nell’udienza il Giudice ha convalidato l’arresto, sottoponendo l’imputato all’obbligo di firma giornaliero al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Ventimiglia in attesa del processo a suo carico, fissato per la metà di dicembre.
Episodi analoghi, consumati nei giorni scorsi, hanno sempre ricevuto una pronta risposta da parte delle Forze dell’Ordine.
Sono stati ulteriormente intensificati i dispostivi di vigilanza dispiegati nella città, implementando il pattugliamento delle vie del centro e delle zone ritenute più a rischio, con l’obiettivo di aumentare la percezione di sicurezza dei cittadini.