Per la prima volta una grande Arca conquista il cuore del Porto di Genova portando con sé il mondo agricolo ligure, le sue mille sfaccettature e l’orgoglio di tutti gli imprenditori che vogliono una nuova rotta per il futuro.
Lo rende noto Coldiretti Liguria annunciando l’inizio di un percorso di mobilitazione che partirà venerdì 30 sul molo genovese, dove agricoltori, allevatori, pescatori e Agrichef porteranno tutte le eccellenze della terra e del mare ligure.
Una vera Arca di Noè sarà ancorata nel centro del porto, con a bordo uno spaccato di vita contadina, di mare e di terra, che metta l’accento sul settore primario ligure, settore che fa i conti quotidianamente con problematiche quali le lungaggini burocratiche, i cambiamenti climatici, i danni da fauna selvatica, ma che allo stesso tempo conta sul duro lavoro di chi ama questa terra e che sa l’importanza di non abbandonare la nave neanche quando attraversa le peggiori tempeste.
Tante sono le peculiarità e le specificità che rendono il mondo agricolo ligure cardine importante dell’economia regionale, cardine che deve essere conosciuto, salvaguardato e tutelato per non rischiare di perdere un patrimonio culturale, ambientale e umano di inestimabile valore.
Un grande mercato di “Campagna Amica” aprirà la strada per far conoscere il meglio del km0, mettendo a portata di mano tutte le eccellenze liguri, dalle olive taggiasche all’olio extravergine DOP, dal miele ai formaggi, dai salumi agli ortaggi e frutti di stagione, mentre presso il mercato coperto dei Pescatori Campagna Amica il consumatore potrà scegliere il meglio del prodotto ittico, venduto direttamente dai pescatori che ogni notte portano a terra i frutti del mare. Ma non solo: tanti laboratori per far conoscere le attività i curiosi, da quello di sfilettatura del pesce alla creazione di un orto-cittadino, dall’assaggio dell’olio nuovo alla preparazione del pesto al mortaio, mentre gli Agrichef di Campagna Amica, attraverso gli showcooking, faranno vedere com’ è semplice reinterpretare le ricette della tradizione culinaria ligure in chiave moderna. A fine mattinata sarà possibile degustare il fritto di pesce del mar ligure valorizzato attraverso la sapienza culinaria dei FisherChef presenti.
Per tutta la durata della manifestazione, i cittadini potranno collaborare attivamente per far si che i prodotti, non solo liguri ma italiani, vengano maggiormente tutelati grazie alla raccolta firme EATORIGINAL, con la quale Coldiretti chiede all’Europa di rendere obbligatoria l’indicazione di origine degli alimenti per garantire una maggiore trasparenza al consumatore, che sarà sempre sicuro della provenienza degli alimenti che acquista. A loro sarà dato in omaggio mezzo litro di latte del territorio ligure, eccellenza del comparto zootecnico ligure.
“Saremo li per creare – affermano il Presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri e il Delegato Confederale Bruno Rivarossa – un momento importante d’incontro tra la campagna ligure e la città di Genova che permetterà di riflettere sull’importanza di tutelare e valorizzare il mondo agricolo e ittico in Liguria, settori che vantano una tradizione millenaria. Saranno snocciolate tutte le problematiche che affliggono i vari settori, ma anche le grandi opportunità che si possono avere sia in mare che in terra, e le proposte che come Coldiretti avanzeremo per il futuro dell’agricoltura ligure. Abbiamo scelto come location la Darsena – concludono Boeri e Rivarossa – per mostrare quali sono le potenzialità di tutti gli attori del settore primario e per mettere in risalto la bellezza e forza di una città come Genova, che purtroppo ha subito delle gravissime perdite ma che non ha intenzione, come i nostri agricoltori e pescatori, di arrendersi”.