Una ragazza di 20 anni di Alassio è stata condanna ad un anno e 10 mesi di reclusione per aver accusato falsamente un operaio albenganese di 27 anni di tentata violenza sessuale. La giovane si era presentata all’ospedale con tagli, graffi e lividi ed aveva raccontato nel dettaglio la presunta violenza, tanto che il ragazzo era stato arrestato.
Dopo 2 notti trascorse in una cella del carcere di Valle Armea a Sanremo il 27enne era stato liberato. La ventenne poi aveva ammesso di essersi inventata tutto e chiesto scusa, come riporta “Il Secolo XIX”.