Con estrema soddisfazione, dopo tre mesi di intenso lavoro dei nostri funzionari con i tecnici della Regione, abbiamo ottenuto un contributo di 2 milioni di euro per la realizzazione del nuovo plesso scolastico pubblico.
Questo risultato politico è da condividere con la Giunta Regionale ed in particolare con l’Assessore Marco Scajola, che ci ha sostenuto negli incontri presso la Regione, per farci raggiungere questo importante risultato.
Durante la campagna elettorale avevamo promesso di seguire questa pratica per ottenere almeno tre obbiettivi. Il primo era dare un nuovo plesso delle scuole, concordando con il Provveditore agli studi la destinazione dello stesso, un impegno confermato nel nostro incontro con lui, avvenuto nel mese di luglio.
Il secondo aspetto era l’impegno di poter spostare la viabilità interna della scuola, molto invasiva nel progetto presente in Comune, anche in questo caso siamo quasi riusciti ad arrivare obbiettivo.
Non ultimo la valutazione sismica del fabbricato esistente, che avrà la sua carta identità sismica, al fine di investire le somme necessarie.
Grazie al piano triennale 2018/2020 di edilizia scolastica, delibera giunta regionale 192/18, siamo riusciti ad ottenere 2 milioni di euro, anche per la rinuncia di altri Comuni che ci precedevano, riuscendo in questo modo a coordinare e raggiungere gli obbiettivi previsti nel nostro programma elettorale.
Questo enorme lavoro di squadra dimostra che con l’impegno si può lavorare per conseguire il bene comune.
A fine maggio avevamo sollecitato il Sindaco Giordano a presentare il progetto attraverso i giornali, perché sarebbe stato un peccato non provare ad ottenere questo risultato, quindi, lo ringrazio per avermi ascoltato. Io gli ho assicurato il massimo impegno insieme ai funzionari a garantire un progetto basato sui bisogni reali dei nostri ragazzi.
Penso, infine, che la polemica non serva, ma bisogna perseguire obbiettivi comuni; per questo motivo, il giorno dell’inaugurazione inviterò l’ex sindaco a tagliare il nastro insieme.
Ora al lavoro per presentare i progetti esecutivi, dovendo affidare i lavori entro 12 mesi.