Stava tentando di rapinare il pastificio in Via San Maurizio S.A, italiano nato nel 1999, quando gli agenti della Polizia di Stato sono intervenuti e l’hanno arrestato.
Il giovane è entrato fragorosamente nel negozio e il proprietario – che nel frattempo era nel retrobottega – richiamato dalle urla del giovane, ha fatto ingresso nell’esercizio commerciale.
Davanti ai suoi occhi un giovane con una pietra appuntita di grosse dimensioni che gli ha intimato, indicando la cassa: “Dammi i soldi o spacco tutto”. All’invito del proprietario di calmarsi il giovane continuava “non sto calmo, dammi tutto quello che hai dentro o ti spacco tutto e ti ammazzo”.
In quel frangente, un equipaggio della Squadra Volanti è transitato proprio accanto al negozio e, accortosi di quello che stava accadendo all’interno, è intervenuto immediatamente, afferrando il rapinatore per le spalle così da allontanarlo dal titolare.
La vittima, poi ascoltata in Questura per raccogliere la sua denuncia, ha dichiarato che il rapinatore appariva trasandato e in crisi di astinenza, circostanza confermata dal ragazzo che dichiarava alla Polizia di Stato di aver assunto una dose di cocaina prima di mettere in atto il suo insano gesto.
Il giovane – con precedenti per la violazione del t.u. stupefacenti – è stato arrestato in flagranza di reato per tentata rapina e associato, su disposizioni della competente Autorità Giudiziaria, alla Casa Circondariale di Imperia in attesa di processo.