Giovanni Boldini , ” Ritratto di Giuseppe Verdi “, 1886Olio su tela, 118×96 cm. Milano, Casa di riposo per musicisti.
Una delle opere esposte alla mostra ” Pittura Italiana del XIX secolo. Dal Neoclassicismo al Simbolismo “, da domenica fino al 22 gennaio 2012, a palazzo dell’ Ermitage di San Pietroburgo, che illustrano gli stili di un secolo della storia dell’arte italiana e i suoi protagonisti.
ANSA / UFFICIO STAMPA / ONLY EDITORIAL USE

Concerti per le Scuole “Caro Peppino” (dedicato a Giuseppe Verdi)
Teatro dell’Opera del Casinò Municipale di Sanremo
Martedì 30 ottobre, ore 9.30 ed ore 11.00
Mercoledì 31 ottobre, ore 9.30 ed ore 15.00

Con la nuova Stagione Invernale 2018 riprendono i “Concerti per le scuole” – iniziativa della Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo rivolta agli studenti della provincia di Imperia – con un appuntamento che celebra uno dei musicisti italiani più amati e noti nel mondo: Giuseppe Verdi.

“Caro Peppino” è infatti il titolo dato simpaticamente al concerto per giovani e giovanissimi che si terrà al Teatro dell’Opera del Casinò Municipale di Sanremo martedì 30 ottobre – con 2 concerti alle 9.30 ed alle 11.00 – e mercoledì 31 – con un concerto alle 9.30 ed uno alle 15.00 – quest’ultimo aperto anche al pubblico.

Maestro concertatore e solista al flauto sarà Mario Carbotta, mentre la voce recitante sarà affidata all’inossidabile e simpaticissimo Enrico Beruschi, non nuovo ad appuntamenti di questo tipo nell’ambito dei “Concerti per le scuole”.

Giuseppe Verdi è universalmente riconosciuto come uno dei più importanti compositori di opere liriche, ma anche come uno dei maggiori compositori in assoluto, ed è stato senza dubbio il personaggio più rappresentativo dell’800 italiano ed ancora oggi è il musicista più conosciuto. Con la sua produzione ha costellato l’intero secolo ed ha saputo interpretarlo, commentarlo e trasmettercelo in tutti i suoi aspetti, non solo musicali.

Il concerto si compone di alcuni “quadri” che traggono spunto – con citazioni dirette o indirette – da Verdi e si riconducono a lui attraverso una narrazione assicurata dalla musica e dalla lettura di alcuni passi, accompagnata da drammatizzazione e recitazione.

Sarà l’occasione per ascoltare brani rari come il Valzer che Verdi compose nel 1859 o per incontrare personaggi eroici, come il Generale Garibaldi, o divertenti come Giovannino Guareschi, l’autore di Don Camillo.

Ecco i “Quadri”:
Oh Milano! Milano!

– Valzer in Fa maggiore G. Verdi (1813/1901)

– Il pastore svizzero (per flauto e orchestra) di P. Morlacchi (1828/1868)

Da Peppino a … Peppone

– Temi dai film di “Don Camillo”, con lettura di Fu Natale del ’47 di Giovannino Guareschi, di A. Cicognini (1906/1995)

Viva V.E.R.D.I.! (acronimo di Vittorio Emanuele Re D’Italia, n.d.r.)

– Le attuali emozioni d’Italia (per Flauto ed Orchestra) di G. Briccialdi (1818/1881)

Enrico cerca un ruolo in “Traviata”

– La Traviata (libera trascrizione per Flauto ed Orchestra) di G. Briccialdi e G. Verdi

– Preludio atto Primo dall’Opera La Traviata di G. Verdi

Il concerto è fuori abbonamento, con posto unico fissato in € 5.
I biglietti sono acquistabili al Botteghino del Teatro del Casinò a partire da un’ora prima del concerto.