Sabato 27 ottobre alle 16.30 presso San Francesco, chiesa barocca diventata centro culturale, a Ventimiglia alta, si terrà un incontro-conferenza dal titolo “Ventimiglia, Camporosso e Padre Santo nella storia”.
Ideato da Lilia De Apollonia con il suo circolo “reading & drama”, con la collaborazione del Comitato centro storico, l’evento vuole trasmettere al pubblico interessandolo anche con informazioni storiche sconosciute ai più, notizie autentiche ed originali sul passato, già dall’epoca romana, dei due centri ponentini. De Apollonia ha scritto per il borgo nervino il volume “Camporosso e il suo santo” per commemorare i 150 anni della scomparsa dell’amato frate. Saranno ospiti il sindaco architetto Davide Gibelli, don Thomas parroco della cattedrale di Ventimiglia vecchia, già parroco di Camporosso, Sergio Pallanca, San Secundin d’argento 2018, vicepresidente del Comitato pro centro storico, il giornalista Marco Corradi, per esprimere con più voci pareri e nozioni; a fare gli onori di casa il presidente attuale del centro storico Dario Canavese, anch’egli insignito anni fa del premio San Segundin. Due quadri opera dell’artista bordigotto Fabio Berro, uno creato appositamente per il Padre Santo, San Francesco Maria,faranno da contrappunto d’autore all’evento nella bella chiesa secentesca. I rapporti tra Ventimiglia ed il borgo della Val Nervia verranno ricordati nei secoli, con curiosità e aneddoti. Per il pubblico inoltre letture degli attori del “reading” tratte da vari autori oltre che dal libro di Lilia. Interpreti delle pagine saranno Jacopo Colomba, Enza Manna, Graziella Tufo. L’entrata libera, tutti sono invitati a partecipare.