Svolta epocale al mercato dei fiori di Sanremo. Sparisce la destinazione agricola esclusiva e si aprono le porte a qualsiasi altra attività che il Comune voglia insediare nella struttura. Dal 7 novembre, a 28 anni dall’inaugurazione il mercato potrà diventare uno spazio al servizio della città. Qualunque nuova attività o servizio (campi sportivi, negozi e depositi di autobus) che il Comune vorrà realizzare, potrà essere insediato, come scrive Andrea Fassione su “Il Secolo XIX”.