La Polizia di Stato, nella mattinata di ieri, ha arrestato A.G, 30 anni circa, sedicente cittadino tunisino, irregolare e con numerosi precedenti di polizia. Lo stesso si era reso responsabile la scorsa settimana, in concorso con altri 4 cittadini stranieri, del reato di lesioni gravi commesse nei confronti di altro cittadino straniero.
L’aggressione, apparentemente per futili motivi, era avvenuta in via De Benedetti alla prime ore del mattino del 14 ottobre, ed era poi culminata con una rapina aggravata per la quale alcuni giorni fa era stato sottoposto a fermo di Polizia Giudiziaria B.M., 20 anni, sedicente cittadino marocchino, anche lui con precedenti per reati di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti e contro il patrimonio.
Nella circostanza A.G. era emerso come l’autore delle più gravi lesioni in quanto, apparentemente senza motivo, colpiva al volto con inaudita violenza, lo straniero, provocandogli gravi ferite giudicate poi guaribili con 30 giorni di prognosi.
Ricostruita la dinamica dell’aggressione ed il profilo dell’assalitore, grazie anche alle telecamere cittadine, personale della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato di Sanremo lo rintracciava per le vie del centro cittadino ed immediatamente veniva fermato per l’identificazione e sottoposizione ad indagine. Dai successivi accertamenti sull’identità personale, grazie ai rilievi foto-dattiloscopici, emergeva a suo carico un ordine di carcerazione, dovendo lo stesso scontare un anno e 9 mesi di reclusione per vari reati, tra cui rissa e lesioni aggravate, e veniva pertanto accompagnato presso la Casa Circondariale di Sanremo.
Tutti i restanti assalitori, seppur meri partecipi dell’aggressione, sono stati comunque identificati e verranno segnalati all’Autorità Giudiziaria per le successive determinazioni.