La Procura di Roma ha aperto un fascicolo sul caso di Aldo Revello e Antonio Voinea, due velisti spezzini dispersi il 2 maggio al largo del Portogallo grazie a alcune informazioni inviate alla moglie di Revello relative al presunto speronamento della barca a vela a opera di un cargo. Rosa Cilano Revello ha ricevuto su Facebook un messaggio, ricco di dettagli, in cui si affermava che “Aldo e Antonio sono morti, il Bright è stato speronato da una nave cargo”.