Il 17 dicembre in tribunale a Imperia compariranno 5 sanremesi in merito alla presunta truffa relativa ad un quadro del Canaletto. Sono Vincenzo Cutullè, Mario Tommasini, Claudio Barbero e i fratelli Paolo e Angelo Giannone. Cutullè è accusato di truffa, gli altri 4 di ricettazione. Il presunto raggiro, per l’accusa, sarebbe stato ideato ai danni di un milanese, collezionista d’arte. Secondo le indagini l’uomo affidò l’incarico di vendere la tela del Canaletto. Sarebbe stato poi tutto venduto, senza che il proprietario vedesse un euro, come scrive Paolo Isaia su “Il Secolo XIX”.