Premesso che non discuto della professionalità o della preparazione della portavoce, anzi voglio sottolineare che preferisco  che si assumano donne giovani e laureate che altri profili, ciò che balza agli occhi è la quantità di errori contenuti nella determina in questione.
Ricordo peraltro che in passato le opposizioni avevano contestato  lo stipendio che veniva dato al city manager dicendo che Ventimiglia non poteva permetterselo, ma francamente non entro in questo dibattito: il Sindaco può assumere chi vuole nel suo staff, se ritiene che la figura racchiuda i requisiti necessari può anche decidere di darle uno trattamento economico maggiore anziché ricorrere all’assunzione di più persone.
La Determina pubblicata sull’albo, però, non è corretta: ho quindi protocollato un’interrogazione  martedì per chiedere a Sindaco e Giunta di chiarire alcuni punti, innanzitutto:
 perché la Determina n. 1000 del 28/09/2018 proroga il contratto alla portavoce fino al 30/09/2019quindi oltre la scadenza del mandato di Ioculano, obbligando il nuovo Sindaco (ove Ioculano non venga riconfermato) ad avere uno staff scelto dal precedente, tutto ciò in contrasto con quanto chiesto dalla Delibera di giunta della stessa data e in contrasto con il Decreto Sindacale n. 15 del 30/09/2015 che prevedeva che la durata dell’incarico non andasse oltre la durata del mandato dell’attuale amministrazione.
Sul punto, poche ore dopo il Sindaco ha fatto sapere sui giornali che la determina contiene un mero errore materiale e che la scadenza della  proroga è  il 30/06/2019, quindi suppongo che verrà corretta.
In secondo luogo, ho chiesto perché    si riuniscono Ufficio Relazioni col Pubblico  e ufficio staff del Sindaco e come  si è giunti alla selezione della dipendente all’interno di un ufficio previsto dal TUEL (quale è, appunto, l’URP): non credo infatti che  l’individuazione possa avvenire“intuitu personae”, mediante determinazione resa dal Sindaco, come avvenne per la portavoce, e quindi ho chiesto se c’è stata una selezione, una graduatoria o se è stata usata la graduatoria esistente e infine a cosa è dovuto l’aumento del trattamento economico accessorio.
Concludo dicendo che non  intendo in alcun modo trasformare l’interrogazione in un attacco alla dipendente, anzi ritengo che la Determina e parte della Delibera  ledano anche lei nella misura in cui  espongono la sua assunzione a possibili impugnazioni.  Mi auguro che si correggano al più presto tutti gli errori, quindi.
Il testo della interrogazione
PREMESSO CHE:
– Con Delibera di Giunta del 28/09/2018 n. 215 “Implementazione dell’ufficio staff del Sindaco e ricollocazione dell’URP e attivazione del nuovo servizio ufficio del cittadino ai sensi dell’art. 50 del CCNL”, la Giunta demandava al Segretario Generale la proroga per il periodo dal 01/10/2018 al 30/06/2019 e comunque fino alla scadenza del mandato del Sindaco del contratto della dott.ssa Silvia Sgarabottolo, ma lo stesso giorno con la determinazione n. 1000 del 28/09/2018 il Segretario Comunale Antonino Germanotta prorogava in deroga per il periodo dal 01/10/2018 al 30/09/2019 il contratto di lavoro a tempo determinato della dott.ssa Silvia Sgarabottolo, quindi non solo oltre quanto richiesto dalla Giunta, ma oltre la scadenza del mandato del Sindaco;
– Con la delibera di Giunta sopra citata si decideva di “implementare” l’ufficio staff del Sindaco riunendolo al “nuovo” URP rinominandolo ufficio del cittadino e la determina del Segretario individuava la dipendente da collocare in questo nuovo ufficio “Staff del sindaco + URP” nella persona della dott.ssa Sgarabottolo;
– In virtù di quanto sopra, sia la delibera di Giunta che la determina prevedevano un incremento del trattamento economico accessorio a favore della dott.ssa Sgarabottolo;
CONSIDERATO CHE:
– mentre la scelta dello staff del Sindaco è strettamente fiduciaria, la scelta del personale da destinare all’URP, ufficio previsto dal TUEL, non sembrerebbe altrettanto discrezionale, dovendo rispettare le norme di selezione del personale previste per l’Ente locale. Con la deliberazione della Giunta Comunale n. 188 in data 19/8/2015 ad oggetto “Istituzione dell’ Ufficio Staff Sindaco” ai sensi dell’art. 90 del D.Lgs. 267/2000”, erano stati approvati la costituzione, la consistenza numerica e le figure professionali da assegnare all’Ufficio di “Staff” del Sindaco, stabilendo inoltre che per la figura con funzioni di “Portavoce”, in considerazione del carattere fiduciario delle mansioni da svolgere all’interno dell’ufficio suddetto, nonché della derivante responsabilità e necessaria disponibilità richiesta,l’individuazione non poteva che avvenire“intuitu personae”, mediante determinazione scritta resa dal Sindaco, ai sensi dell’art. 12, comma 3, del vigente Regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi;
– Con conseguente decreto sindacale n° 15 del 30/09/2015, prot. n° 30057/2015, era stata quindi individuata nella persona della dott.ssa Silvia Sgarabottolo il soggetto in possesso dei requisiti culturali e professionali per ricoprire il posto di “Portavoce”, mediante sua assunzione a tempo determinato, dal 01/10/2015 e fino al 31/12/2016, prorogabile, e comunque non oltre la durata del mandato dell’attuale Amministrazione e nei limiti di legge. La determina 1000 del 2018 supera la durata del mandato dell’attuale amministrazione: a maggio 2019 vi saranno le nuove elezioni comunali e il mandato dell’attuale Sindaco Ioculano potrebbe non essere confermato, in tal caso il nuovo Sindaco si ritroverebbe con uno staff scelto dal precedente, cosa del tutto inopportuna e che inoltre contrasta con il contenuto del Decreto sindacale del 2015.
Tanto ciò premesso, il sottoscritto Consigliere Comunale
CHIEDE
AL SINDACO E ALLA GIUNTA
attraverso la presente interrogazione e interpellanza
di chiarire quanto segue:
– perché la Determina n. 1000 del 28/09/2018 proroga il contratto alla dott.ssa Sgarabottolo fino al 30/09/2019 quindi oltre la scadenza del mandato del Sindaco, obbligando il nuovo Sindaco ad avere uno staff scelto dal precedente, tutto ciò in contrasto con quanto chiesto dalla Delibera di giunta della stessa data e in contrasto con il Decreto Sindacale n. 15 del 30/09/2015 che prevedeva che la durata dell’incarico non andasse oltre la durata del mandato dell’attuale amministrazione?
– Perché si riuniscono URP e ufficio staff del Sindaco?
– Come si è giunti alla selezione della dipendente all’interno di un ufficio previsto dal TUEL (quale è, appunto, l’URP)? La persona scelta ha paretecipato a una selezione, c’è una graduatoria, è stata usata la graduatoria esistente?
– A cosa è dovuto l’incremento del trattamento economico ?