La Polizia di Stato, nell’ambito di un’operazione finalizzata a contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti nella “Pigna” di Sanremo, ed in particolare nella zona di via Montà e Piazza Eroi Sanremesi, ha proceduto all’arresto di tre sedicenti cittadini tunisini, già noti alle Forze dell’ordine per reati della stessa indole.
Nel corso di una prima operazione, personale della Squadra di P.G. del Commissariato di Sanremo, nell’ambito di un più vasto dispositivo di controllo, ha rintracciato J.S., di 32 anni, sedicente cittadino tunisino, in Italia dal 2010 e più volte arrestato in passato dagli agenti del Commissariato sanremese per spaccio di sostanze stupefacenti e per reati contro la persona ed il patrimonio. A carico dello straniero è emerso un provvedimento di carcerazione, dovendo scontare una condanna definitiva a 2 anni e 3 mesi, un cumulo di pene conseguenza degli arresti effettuati negli ultimi anni dalle Forze dell’Ordine, prevalentemente proprio legate agli stupefacenti.
Nel contesto di una più specifica operazione volta a contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti nella zona di via Montà, via Martiri e Piazza Eroi Sanremesi, sono stati arrestati A.A., nato nel 1981, sedicente cittadino tunisino con numerosi precedenti di polizia per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, già arrestato nei mesi scorsi per analoghi fatti e attualmente sottoposto agli obblighi di firma, e I.M., nato nel 1991, sedicente cittadino tunisino, anche lui noto alle Forze dell’Ordine per reati della stessa indole.
Dopo un lungo servizio di osservazione, nel corso del quale era stato notato in via Montà un insolito movimento di cittadini italiani, presumibili acquirenti di sostanze stupefacenti, personale della Squadra di P.G. notava i due stranieri intenti a contrattare la vendita di alcune dosi di stupefacente – eroina – con un noto tossicodipendente italiano. Dopo pochi istanti i due stranieri, agendo in modo coordinato, provvedevano l’uno a consegnare lo stupefacente, occultato poco distante, e l’altro a ricevere il denaro contante. I due, colti in flagranza di spaccio, venivano immediatamente tratti in arresto mentre lo stupefacente ed il denaro venivano sequestrati. I servizi di prevenzione e di contrasto allo spaccio di stupefacente, come disposto dal Questore di Impera Cesare Capocasa, continueranno nei prossimi giorni in tutta l’area del centro storico sanremese.