E’ finito in parità il debutto in Eccellenza tra Ventimiglia e Busalla (1-1), con i genovesi per primi in vantaggio e i padroni di casa che hanno fatto di tutto e di più per raggiungere almeno il pareggio. Alla fine le due squadre si sono divise la posta ma i granata possono recriminare per i trenta minuti finali giocati davvero alla grande. Solo per un soffio non hanno fatto il bis.
La prima occasione, al decimo minuto, è del Ventimiglia con Sammartano: il suo cross attraversa tutta la porta di Lorusso ma non trova la zampata buona da parte dei granata. Alla mezz’ora va in vantaggio il Busalla in seguito ad angolo: ci mette la testa Cotellessa, nulla da fare per Scognamiglio. Pochi minuti dopo potrebbe pareggiare Cafournelle, che si presenta solo davanti alla porta del Busalla; idem per Musumarra che al 41′ fallisce la porta per un palmo.

All’inizio della ripresa è il Ventimiglia a condurre le danze. Anche il Busalla manca il bersaglio per poco, con un gran tiro di Piccardo. I granata ce la mettono davvero tutta ma spesso cadono nella trappaola del fuorigioco. Il pari arriva ad un quarto d’ora dalla fine: Alfonso Rea spara dal limite, spunta una mano genovese in area. Rigore. Trasforma con calma olimpica Cafournelle, rasoterra angolato imprendibile per Lorusso. A pochi minuti dal novantesimo il Ventimiglia reclama un altro penalty (atterramento in area di Sammartano) ma l’arbitro non ci sente.

VENTIMIGLIA – BUSALLA 1-1 (Cotellessa 27′) (Cafournelle 78′, rig.)
VENTIMIGLIA: Scognamiglio, Serra, Mamone, Ala; Alberti, Rea A., Cafournelle, Musumarra, Felici, Allegro, Sammartano. A disposizione: Bevilacqua, Ierace, Oliveri, Principato, Trimboli, Rea D., Eugeni, Serpe, Allaria. Allenatore: Soncin.

BUSALLA: Lorusso, Piemontese, Piccardo, Boccardo, Monti, Moretti, Migliaccio, Cotellessa, Lobascio, Compagnone, Sardu. A disposizione: Canziani, Molini F., Zanovello, Altamore, Garrè A., Molini M., Repetto, Garrè F., Oliva. Allenatore: Cannistrà